Enrico Rondoni

Enrico

Vicedirettore del TG5 dal 2006 dopo essere stato Capo Redattore Centrale e Capo redattore Esteri per 9 anni.
Al TG5 dalla fondazione; a Canale 5 dal '86 dove arriva con Arrigo Levi per realizzare il settimanale di informazione "Tivù Tivù".
Inizia a scrivere di musica mentre studia Filosofia nei primi anni '70. Primo articolo firmato sui "Pink Floyd". Collabora a vari quotidiani e periodici negli anni '70 (L'Umanità, Panorama, L'Europeo, Paese Sera); scrive testi per la Radio e partecipa nel '78 alla trasmissione di Radio Uno "Voi ed Io '78".
Senza tralasciare le radio libere (Onda Radio 101) dove cura una rubrica di musica e spettacolo intervistando attori e registi allora poco conosciuti come Benigni, Messeri, Monni e tanti altri.
Giovani promesse conosciute grazie ai due anni passati con la compagnia di teatro d'avanguardia "Il Patagruppo" che dopo aver messo in scena al Beat '72 "La Conquista del Messico" fondò il Teatro Alberico a Roma dove debuttò proprio Roberto Benigni.
Prime esperienze televisive a RAI 2 nel '79, poi agli Speciali del TG1 e al settimanale "TAM TAM". Nell'83 inviato della prima edizione della striscia quotidiana preserale di RAI 1 "Italia Sera".
Nel '76 fonda con un gruppo di amici fotografi la prima libro-galleria fotografica di Roma ("Altre Immagini") presso il Politecnico. Dove vengono allestite mostre di Fontcouberta, Giosetta Fioroni, Loi e molti altri e organizzati dibattiti sul mondo della fotografia.
E la macchina fotografica lo ha accompagnato in tutti i suoi viaggi-reportage di lavoro giornalistico e non: da un coast to coast americano nel '79 alla Cina ('80-'83), dal Laddak al sud dell'India, dal Libano a Sarajevo, dall'Uzbekistan al Pakistan. Sue fotografie sono state pubblicate sull'Enciclopedia Italiana, periodici e riviste.
Recentemente ha pubblicato un saggio sul tesoro scomparso di Kabul, "L'oro della Bactriana", nel volume i Grandi Tesori della White Star.

Nel 2012 ha relaizzato la mostra: Luci Cinesi, un racconto per immagini del grande cambiamento che la Repubblica Popolare Cinese ha compiuto in questi ultimi 30 anni.

 

 

 

 

Visite: 1704