Test Completo Fujinon XF 14mm f/2,8 R

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Domenica, 10 Febbraio 2013 Scritto da Donato Chirulli

Testo e foto di Donato Chirulli

Fuji XE-1 & Fujinon XF 14mm f/2,8 R - Iso 200 f/2,8 - 1/800 sec.

Non c'è niente da fare...! Ad ognuno il suo e, quando uno non è capace, meglio che lasci il posto a chi se ne intende veramente. Dato che Max Angeloni (4 passi con: Fujinon XF 14mm f/2.8 R) non sa usare il nuovo 14 mm di casa Fuji, per fortuna di riflessifotografici.com io so benissimo cosa farci, e quindi me ne sono rapidamente impadronito per raccontarvi come va.

Ovviamente sto scherzando: il problema sta semplicemente nei gusti personali, nelle abitudini e nelle opportunità. Max Angeloni, semplicemente, preferisce usare altre focali, sia per motivi lavorativi che per diletto. Ce lo vedo poco anch'io infatti, un 21 mm equivalente (nel formato 35 mm) sul set di un fotoromanzo, oppure durate lo shooting di una modella in studio o ancora in tutte quelle situazioni fotografiche ove si predilige la forte presenza nel fotogramma dell'elemento umano.

Personalmente, invece, ho avuto modo di usare lungamente focali supergrandangolari sia in esterni che in interni. Anche se negli ultimi anni, avendo praticamente abbandonato la reflex, mi son dovuto accontentare di lavorare spesso con una focale minima di soli 28 mm o, nei casi più fortunati, 24 mm. Finalmente, Fujifilm ha immesso sul mercato una focale più "spinta" e, pur se ho dovuto riprenderci un po la mano, mi sono subito "tuffato" per le vie della Città Eterna per ritrovare le antiche sensazioni, che solo queste focali sanno trasmettere.

Leggi tutto...

Prove sul Campo: Sony NEX 6

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Martedì, 05 Febbraio 2013 Scritto da Donato Chirulli

Testo e foto di Donato Chirulli

18-200 mm f/3,5-6,3 OSS - Iso 320(Auto) Focale 88mm f/5,6 1/160 sec.

Recentemente, proprio su queste pagine, ho avuto modo di pubblicare un breve test "sul campo" della Sony NEX 5KR. Un test che mi aveva positivamente impressionato per le qualità di questa compatta e potente CSC. Non mi sono quindi fatto sfuggire l'occasione di poter provare la sorellina maggiore NEX 6, corredata sia dallo zoom 18-200 mm f/3,5-6,3 OSS che dal nuovo e compattissimo 16-50 mm f/3,5-5,6 Powerzoom OSS. La Sony NEX 6, mantiene tutte le caratteristiche tecniche della NEX 5: quindi, sensore APSc da 16 Mpixel, numerosissime funzioni di ripresa automatica oltre alle classiche PASM, display orientabile, Wi-Fi e così via. Quello che cambia è la presenza di un mirino elettronico, controbilanciata (purtroppo) dall'assenza del Touch Screen. Come da tradizione di riflessifotografici.com, fotocamera ed obiettivi sono stati sottoposti ad un duro lavoro sul campo, nelle reali condizioni d'uso quotidiano, e non facendo sempre i "soliti 4 scatti insignificanti" di molti cosiddetti "test" altrui.... Questo è un nostro marchio di fabbrica, di cui andiamo giustamente fieri, perché ci permette di offrire ai nostri (sempre più numerosi) lettori, immagini ed impressioni d'uso che possono essere riscontrate da loro stessi nelle loro diverse realtà quotidiane.

Leggi tutto...

4 passi con: Fujinon XF 14mm f/2.8 R

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Lunedì, 04 Febbraio 2013 Scritto da Max Angeloni

Testo e Foto di Max Angeloni

Iniziamo a parlare di angolo di campo equivalente. Giusto per non fare confusione. 21mm sono una focale molto particolare.
Specialistica e generica allo stesso tempo.

Il numero dei fotografi che utilizzano con massimo profitto questa tipologia di obiettivo è molto alto.
Personalmente preferisco le focali comprese tra i 28mm e gli 85mm. Sotto mi inquadro le scarpe. Sopra mi porta troppo lontano dal soggetto.

Leggi tutto...

Working in progress: Fujinon XF 14mm R

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Mercoledì, 30 Gennaio 2013 Scritto da Max Angeloni

Testo e Foto di Max Angeloni

La moda vorrebbe che certi “eventi” fossero chiamati Unboxing.

Secondo noi lo scartare un oggetto fotografico è un atto che rasenta il feticismo.
E per quanto possa essere piacevole forse poco si addice ad un sito come il nostro che, è talmente presuntuoso, da ammantarsi del titolo di portale di cultura fotografica.
Per questa volta abbiamo fatto una mezza eccezione per diversi motivi.

Leggi tutto...

Economia Fotografica: Nikon D70s

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Domenica, 06 Gennaio 2013 Scritto da Max Angeloni

 

Testo e Foto di Max Angeloni

Nel 2004 la fotografia digitale iniziò a fare le mosse decisive che, a breve, l’avrebbero portata a dare scacco matto alla fotografia analogica.

La macchine fotografiche con sensore erano ancora piene di compromessi e il loro mercato era rilegato principalmente al settore delle compatte. Forte era lo scetticismo da parte di che, abituato da sempre alla pellicola, osservava con mal celata perplessità “al silicio” di fascia alta.
Prodotti che presentavano già degli indubbi pregi, soprattutto sotto il profilo della praticità, ma il prezzo molto alto ne sbarrava la diffusione di massa.
La prima Reflex digitale a scendere sotto la soglia (psicologica) dei 1.000 Euro (dollari) fu la Canon 300D. Un plasticone che assomigliava molto ad una toy camera della Disney ma che aveva il merito di offrire un’alta qualità (per allora) di immagine ad un costo “popolare”.

Leggi tutto...

Prove sul campo: X-mount complete review

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Domenica, 23 Dicembre 2012 Scritto da administrator

Negli articoli dedicati alle prove sul campo della X-Pro1 e della X-E1 abbiamo evidenziato come il nuovo sistema ad ottiche intercambiabili della Fujifilm rappresenti un nuovo standard.
Un nuovo standard che sarebbe limitativo rilegare unicamente nel segmento fotografico delle CSC.
Certamente ancora il parco ottiche non è completo. Così come alcune incertezze iniziali legate alla velocità operativa sono state sostanzialmente eliminate o limate con l’introduzione di nuovi firmware.
Ma cosa può offrire oggi, dopo solo otto mesi dalle prime apparizioni sugli scaffali dei negozi, questa visione “Old School” della Fujifilm? Otto mesi che hanno visto crescere esponenzialmente sia gli elementi del sistema sia l’interesse degli utenti?

Le macchine fotografiche sono diventate due, e, come abbiamo sottolineato in questo articolo, la scelta tra la X-Pro1 e X-E1 è legata più alla propria interpretazione della fotografia piuttosto che alle soluzioni adottate dalle due macchine fotografiche.
L’elettronica è la stessa e pertanto Autofocus, Sensore, e Processore sono uguali.
E allora? Cosa altro vogliamo aggiungere? Quali sono i “nuovi” elementi che ci spingono a realizzare un articolo lungo e articolato quando ormai gli elementi singoli della baionetta “X” sono stati già svelati?

Già, i singoli elementi. Ma i singoli elementi non sono un sistema.
Ed è il sistema nel suo insieme che determina la scelta di un mezzo fotografico.
Un elemento preso singolarmente vuol dire poco o nulla. Così come, anche un sistema completo, se non lo si analizza nella fotografia reale, non può trasmettere la giusta esperienza per comprendere pienamente le possibilità fotografiche offerte.

Quindi lasciamo parlare i fatti
Questo articolo è stato realizzato e scritto a 4 mani alfine di “raccontare” il maggior numero di situazioni fotografiche. Situazioni fotografiche anche molto differenti tra loro.
Ma che volete, noi non sappiamo accontentarci di qualche foto scattata distrattamente né sappiamo trarre conclusioni dalle foto fatte ad un pupazzetto, due fermagli e una libreria.
Noi viviamo di fotografia e pertanto non proviamo le macchine. 
Noi le macchine fotografiche le utilizziamo per lavoro.
Permetteteci di essere presuntuosi, ma la differenza c’è… è tanta… e si vede.

Leggi tutto...

Economia fotografica: sotto terra con la Sony DSC WX1

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Lunedì, 26 Novembre 2012 Scritto da Donato Chirulli

Testo e foto di Donato Chirulli

Bene, se Max Angeloni vi ha portato sott'acqua con le splendide immagini del suo reportage... io ora vi porto sotto terra. E lo faccio, seguendo la felice intuizione dello stesso Max, con un'altra fotocamera tanto economica quanto efficace. La Sony Cybershot DSC WX1 è stata presentata nel 2009 e, si può dire che all'epoca, le sue caratteristiche erano decisamente "rivoluzionare". Ad esempio, è stata probabilmente la prima fotocamera ad usare il sistema degli scatti multipli in sequenza, che vengono poi elaborati e fusi in un'unica immagine, al fine di rendere migliori possibili le performances agli alti valori Iso. Piccola (meno di un pacchetto di sigarette), praticamente invisibile, ma performante. Il sensore è da 10,2 Mpixel, l'ottica Sony G da 24/120 mm e dispone di tutte le più utili funzioni di ripresa: dall'automatismo totale, alla selezione scene, alle panoramiche, per finire con la registrazione video.

Leggi tutto...

Economia fotografica: in acqua con la Canon G10

Categoria: Prove corpi macchina Pubblicato: Sabato, 24 Novembre 2012 Scritto da Max Angeloni

Testo e foto di Max Angeloni

Chirurgo Zebrato

Come sosteniamo da sempre, la fotografia è principalmente divertimento.
E la logica del divertimento è del tutto scevra dall'attrezzatura utilizzata.
Con questa filosofia inauguriamo una serie di articoli basati proprio su come affrontare le più svariate situazioni fotografiche con attrezzature che, nell’era della fotografia digitale, sono rapidamente diventate “superate” e altrettanto rapidamente hanno perso valore sul mercato dell’usato.

È indiscutibile che, la sempre maggiore rapidità con la quale si susseguono le uscite di determinati segmenti di strumenti fotografici, fanno apparire obsolete anche macchine fotografiche con pochi anni di vita. Ma è altresì vero che, per determinate necessità, restano ancora attuali e in grado di dare non poche soddisfazioni (con poca spesa), a tutti i cultori della scrittura della luce. Inoltre, parallelamente all’evoluzione degli strumenti fotografici, anche i software hanno fatto un balzo in avanti nella capacità di sviluppo, donando nuova vita ai file “catturati” con i nostri mezzi “archeologici”.
E allora?

Leggi tutto...